Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Colonna Infame

La colonna infame

In Via del Campo , poco prima di Porta dei Vacca, si trova una piccola fontana, un fontanile eretto tre due colonne su una parete. Se passate tra la fontana e i palazzi vi troverete Piazza Vacchero, e qui, subito dietro al fontanile, una colonna quadrata con un iscrizione latina.

Ma facciamo un salto indietro di qualche anno.

Nel 1628 i Savoia tentarono un  “colpo di stato”, volevano controllare i territori della Superba. Giulio Cesare Vachero, dalla sua casa di Via del Campo, avrebbe dovuto organizzare l’uccisione del  Doge e dei componenti più importanti della Repubblica di Genova permettendo così la rapida occupazione dei Sabaudi;  la congiura fallì, i Savoia chiesero aiuto agli spagnoli che si rifiutarono di intervenire contro Genova. Il traditore Giulio Cesare Vachero non la passò liscia, fu condannato per alto tradimento, decapitato, i suoi beni furono confiscati ed i suoi figli banditi, inoltre la sua casa fu rasa al suolo e li fu eretta la "colonna infame", nel 1644 i suoi discendenti, fecero costruire un’imponente fontana per nasconderla.

Si narra che spesso qui si aggiri il fantasma di Giulio Cesare Vacchero: numerose sono le testimonianze di abitanti della zona che sono incappati nello scelleratissimo nobile genovese.

 

 A eterno ricordo del tradimento dei Vachero fu eretta la Colonna Infame.

« JVLIJ CÆSARIS VACHERIJ

PERDITISSIMI HOMINIS

INFAMIS MEMORIA

QVI CVM REPVBLICAM CONSPIRASSENT

OBTRVNCATO CAPITE, PVBLICATIS BONIS

EXPVLSIS FILIIS, DIRVTAQUE DOMO

DEBITAS PŒNAS LVIT

A. S. MDCXXVIII »

Che tradotto:

Memoria infamante sia, di Giulio Cesare Vachero, uomo scelleratissimo,  il quale avendo cospirato contro la Repubblica, mozzatogli il capo,  confiscatigli i beni,  banditigli i figli, demolitagli la casa,  espiò le pene dovute. A.S. 1628

Quella che vediamo oggi è  un rifacimento in dell'antica colonna di cui rimane solo la lapide marmorea, l'antica colonna si trovava in mezzo alla piazza e fu demolita per poter utilizzare "meglio" lo spiazzo.

Spesso gli amministratori pubblici hanno queste "illuminazioni", distruggere un pezzo di storia per un parcheggio, un supermercato etc....

 

contentmap_plugin