Italian Italiano

Da non perdere

Cosa fare a Genova

Inutile dire che La Superba non è solo Lanterna o Acquario, per la tua visita di un giorno qui trovi qualche idea....

“Distesa in fondo al suo golfo con la noncurante maestà di una regina… Genova viene, per così dire, incontro al viaggiatore”

(A. Dumas, 1841)

Da non perdere

 

Villetta Di Negro Genova

Villetta Di Negro

Il parco attuale venne realizzato dal marchese Gian Carlo Di Negro, che aveva acquistato nel 1802 il rilievo dello smilitarizzato bastione di Luccoli, pagandolo 22.000 lire di Genova e impegnandosi a fondare e sovvenzionare per 6 anni una scuola di botanica (che, visti i risultati positivi, divenne poi la cattedra di botanica presso l'Università di Genova).

 Monumento dei mille di Genova Quarto

Monumento

Era il 1909 quando i Comuni di Genova e Quarto al mare indirono un concorso per erigere un monumento a Garibaldi sullo scoglio da cui partì la spedizione dei mille. L’intenzione era quella di celebrare anche i partecipanti alla spedizione e non solo il loro “comandante”. Furono presentati 63 progetti e

Foto di Francesco Gragnoli 

Funicolare Zecca Righi

La funicolare Zecca-Righi nacque alla fine dell'Ottocento, da un'idea dell'imprenditore svizzero Franz Josef Bucher. Magnate degli alberghi e autentico pioniere del trasporto ferroviario, aveva realizzato alcuni anni prima una ferrovia a cremagliera (lunga sette chilometri e tuttora in funzione) che collegava il paesino svizzero di Vitznau, sul lago dei Quattro Cantoni, alla sommità del vicino monte Rigi dove sorgeva un hotel di sua proprietà.

Porta Soprana Genova

Porta Soprana

Porta di Sant'Andra (in ligure Pòrta de Sant'Andria) fu una delle porte di ingresso alla città di Genova. Fra le principali architetture medioevali in pietra del capoluogo ligure, è situata sulla sommità del Piano di Sant'Andrea , da cui prende il nome.Soprana è invece un appellativo dovuto al fatto che

L'abitazione genovese del grande navigatore

La casa di Cristoforo Colombo

Nella prima metà del 1400 il nonno ed il padre di Cristoforo Colombo decisero di trasferirsi da Fontanabuona a Genova, poiché la città offriva migliori prospettive per la loro attività. I Colombo erano tessitori e commercianti di lana e si pensa che anche Cristoforo, prima di diventare marinaio e navigatore, abbia esercitato il mestiere di lanaiolo.

Scalinata Borghese Genova

Scalinata Borghese

Costruita all’inizio del Novecento, con decorazioni in stile liberty, scalinata Giorgio Borghese, conduce ad un belvedere panoramico da piazza Tommaseo alla soprastante  via Francesco Pozzo nel quartiere di Albaro, da dove si può ammirare il rettilineo di circa 2 km che va dalla stessa Piazza Tommaseo,

Torre degli Embriaci Genova

Torre Embriaci

La Torre Embriaci, anche chiamata Torre degli Embriaci, situata nella zona più antica di Genova, quella dove sorgeva il "castrum", si lega al nome di quel Guglielmo Embriaco che «crociato […] tornò vincitore da Cesarea». È l'unica delle numerosi torri che si trovavano nell'attuale centro storico di Genova ad essere stata risparmiata dall'editto del 1196 che volle il taglio ad 80 palmi di tutte le torri cittadine.

Il percorso è adatto a tutti e si sviluppa per 6,2 km. su fondo ottimo, lungo il percorso trovi attrezzi, panchine, altalene, panche e tavoli per la sosta

Guidovia della Madonna della Guardia

Il Santuario Nostra Signora della Guardia (Ceranesi) è da sempre meta di genovesi e non. Già nella prima metà dell'Ottocento si immaginò di costruire una ferrovia ma i tempi non erano ancora pronti, l'idea fu ripresa nel 1896 quando venne progettata una ferrovia a trazione elettrica che arrivò anche alla fase esecutiva, nel 1900 iniziarono i lavori che però si interruppero presto per problemi tecnici ed economici. 

Castello D'Albertis Genova, sede del Museo delle culture del mondo

Castello D'Albertis

Il castello d'Albertis, sede del Museo delle culture del mondo di Genova e Museo delle musiche dei popoli, è un edificio storico di Genova ideato dallo stesso Enrico D'Albertis, che ne fece sua dimora, con un gusto capace di mescolare castelli valdostani e palazzi fiorentini, il castello si richiama prevalentemente allo stile medioevale, infatti riprende e sintetizza vari particolari di edifici medioevali di Genova come Torre degli Embriaci, alcuni particolari di Palazzo San Giorgio e molti altri.

Free Joomla! templates by Engine Templates

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.