Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La costruzione del forte, che prende il nome dalla vicina Abbazia, avvenne tra il 1826 ed il 1836 e sorge dove prima c’era ....

 

Posto sulla costa nel quartiere di Albaro con la Batteria del Vagno formava un fronte di protezione della costa nel levante cittadino che prima della costruzione di Corso Italia, nel 1908, era fatta di scogliere.

La costruzione del forte, che prende il nome dalla vicina Abbazia

, avvenne tra il 1826 ed il 1836 e sorge dove prima c’era Villa Soprani che fu inglobata nel progetto di fortificazione, più volte rivisto, del 1818. Una volta completato era in grado di ospitare fino a 1200 soldati ed era armato con 10 cannoni ed ovviamente altri pezzi di artiglieria minore

 

La costruzione di Corso Italia, 1913, ha reso necessario un intervento di modifiche importante, fu necessario demolire la parte a mare, alcuni resti sono ancora visibili. Nel 1937 venne realizzata una batteria contraerea con ben 8 cannoni e durante la seconda guerra mondiale vennero costruite due postazioni Tobruk. Durante la stessa guerra, il forte, fu requisiti dalla Wehrmacht e da loro usato come prigione, ovviamente vi furono condotti interrogatori, vi furono torturati prigionieri e nel 44 vi furono due episodi di fucilazione. Dal 1948 il forte fu assegnato ai Carabinieri, dal 1995, dopo lavori di restauro è Comando Provinciale.

 

 

contentmap_plugin