Curiosità

 Foto di Paola Spinola

Curiosità su Genova

La storia secolare di Genova è ricca di vicende, aneddoti, curiosità e leggende che ci vengono tramandati da tempo immemore. Alcune storie ci raccontano un passato glorioso, altre appartengono a tempi più recenti, ma tutte fanno parte del nostro patrimonio culturale

Paola Spinola

 Curiosità>>>

 

La lingua genovese è meravigliosa, è ricca di parole bellissime per significato, sintesi e, passatemelo, anche per suono che difficilmente sono traducibili in italiano.....

Parole intraducibili

La lingua italiana, per quanto bella e molto efficace, ha dei limiti e per fortuna in alcune situazioni ci vengono in aiuto espressioni dialettali che difficilmente sono traducibile in italiano.

Da questo punto di vista il genovese è meraviglioso, è ricco di parole bellissime per significato, sintesi e, passatemelo, anche per suono e che sono entrate a far parte della lingua comune tanto da renderci conto che sono espressioni dialettali solo dall’espressione interrogativa del “foresto”. La cosa bella è che si inseriscono perfettamente anche parlando in italiano.

Forse non tutti sanno che fino ai primi anni settanta, al posto dell’attuale campo sportivo, c’era un lago artificiale voluto da ......

Lago del Lagaccio

Forse non tutti sanno che, fino ai primi anni settanta, al posto dell’attuale campo sportivo c’era un lago artificiale voluto da Andrea Doria.

 

Ci sono posti nel mondo in cui un genovese non avrà bisogno di interpreti, infatti esistono delle comunità....

 

Parlare genovese

Ci sono posti nel mondo in cui un genovese non avrà bisogno di interpreti, infatti esistono delle comunità, più o meno grandi, in giro per il mondo dove si parla (o si parlava) il genovese, ma facciamo un passo indietro. La politica estera della Repubblica di Genova, dagli albori dell'anno mille fino alle soglie dell'era moderna, fu prevalentemente quella di garantire ai cittadini  una fitta rete di rotte mercantili, con la presenza di delegazioni nelle città portuali e spesso con il controllo o con  l’acquisizione di nuovi territori in Europa, Asia e Africa talvolta anche in zone non costiere, la massiccia presenza di genovesi non poteva non generare in queste terre influenze, alcune di queste sono arrivate fino ai giorni nostri.

Una delle leggende che aleggiano su Genova è quella del “cane di San Lorenzo”. Uno degli scultori impegnati ....

 

Leggende di San Lorenzo

Una delle leggende più note che aleggiano su Genova è quella del “cane di San Lorenzo” secondo la quale uno degli scultori impegnati nella decorazione della Cattedrale avrebbe smarrito il suo cane durante le fasi finale della costruzione della Chiesa e in che in sua memoria lo avrebbe scolpito sulla facciata della stessa.

NON E’ CHE SIAMO SCORBUTICI.... E’ CHE CI STATE TUTTI SUL BELINO!!!!!

Sei di Genova se....

Ogni uomo anche ogni donna ha piccoli vezzi, usa idiomi particolari o è orgoglioso di piccole cose a volte senza senso. Quelle che ho raccolto qui sono proprie del “vero genovese doc”. Quindi se non ti riconosci in una buona parte di queste sei un “foresto”

 

50 volte “Sei di Genova se....”

chiunque porti uno di questo ha spesso fatto i conti con la domanda : ”Sei mica parente di.....?” rispondendo immancabilmente: ”Belin, mezza città ha questo cognome.....”

 

I cognomi

Anche Genova ha i suoi cognomi tipici, diffusissimi sotto la lanterna e rarissimi lontano dalle mura amiche. Chiunque porti uno di questo ha spesso fatto i conti con la domanda :

Sei mica parente di.....?” rispondendo immancabilmente: ”Belin, mezza città ha questo cognome.....”

 

 

Parsimonia genovese

"Me li darà domani", con questa frase spesso si chiude la contrattazione tra il “bottegaio” ed il cliente, uno non rinuncia all’intero importo (concedendo credito fino al giorno dopo) e l’altro lascia un puffo pur di conservare una banconota ancora un giorno.

Allora è vero: siamo avari, tirchi, spilorci, taccagni siamo tra quelli che provano piacere a rinunciare al piacere che un acquisto può dare?

Siamo nel 1502 quando Luigi XII, re di Francia, viene a Genova con l’intenzione di convincere i dogi e i nobili genovesi ad aiutarlo nella sua battaglia contro gli spagnoli.......

 

Piazza dell'amor perfetto

Oggi vi racconto una storia che pochi conoscono, l’origine del nome di Piazza dell'Amor Perfetto. Tanti attribuiscono alla fiorente attività della prostituzione il nome di questa piazza e della via adiacente ma una leggenda racconta una storia un po' diversa...

Tu che sei genovese sai cosa significa, magari non sai spiegarlo (spazzatura non vale) ma sai perfettamente come e quando

 

Rumenta

Tu che sei genovese sai cosa significa, magari non sai spiegarlo (spazzatura non vale) ma sai perfettamente come e quando usare questa parola, ma ne conosci l’origine? La sua etimologia ti stupirà….. deriva da ramenta, un lemma del tardo latino frutto della trasformazione di “fragmenta”, originario del latino classico, che vuol dire “frammenti” usato per indicare avanzi, scarti, resti, etc… insomma: rumenta.

Scritta nel 1925 da Mario Cappello in collaborazione con Attilio Margutti, è diventata simbolo della cultura musicale ligure, in quegli anni dagli antichi “trallallero” nasceva la ....

Ma se ghe penso

Vorrei ricordare a chi già lo sa o dire a chi ancora non lo sa un paio di cosette sulla canzone simbolo della Genovesità: “Ma se ghe penso”, conosciuta a memoria da ogni genovese autoctono o no.